Tempesta Inseguimento Squadra Felpa Con Cappuccio SGqgVrlkh3

SKU-8508-ppj55759
Tempesta Inseguimento Squadra Felpa Con Cappuccio SGqgVrlkh3
"Storm
  1. Parco Ragazzi del '99

Via Santa Caterina

36061, Bassano del Grappa (VI )

MAPPA

A nord della città, nella piana della Conca d’Oro – Prato Santa Caterina, la città ha realizzato un ampio nuovo parco dedicandolo ai Ragazzi del ’99, l’ultima classe di leva della Prima Guerra Mondiale, che segnò in maniera decisiva la sorte del conflitto. E proprio al centro del parco, si ... Lei Conquista Donne Scure Maglia Con Cappuccio mmF9r

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Cross Bacchette Tshirt rG0pY2

accedi o registrati

Password dimenticata

23°

35°

MISTERO

Da due settimane non si hanno più notizie di Alessandro Fiori, che vive a Soncino

Ricevi gratis le news

25 Marzo 2018 - 15:55

Da due settimane non si hanno più notizie del 33enne Alessandro Fiori, da quando cioè senza dire nulla ad amici e parenti, da Soncino (Cremona), dove vive, è andato all’aeroporto di Linate dove ha preso un aereo per Istanbul. Lì si fermano le certezze. Di lui non si è saputo più nulla, non sono state avanzate richieste di riscatto. I genitori, che sono poi volati in Turchia, non sono riusciti a contattarlo perciò si sono rivolti ai carabinieri di Soncino, che hanno avviato le indagini. E’ partita così un’allerta internazionale e la denuncia di scomparsa dall’Italia è arrivata a Istanbul. Lunedì scorso è andato in onda il caso di Alessandro nella trasmissione televisiva 'Muge Anli Ile Tatli Sert', la versione turca di 'Chi l'ha visto?'. Ospite della trasmissione è stato il padre di Alessandro, che ha descritto il figlio e ha lanciato un appello a chiunque possa aiutare le indagini. Per ora nessun testimone si è fatto avanti. Alessandro era già stato in Medio Oriente ed Est Europa per lavoro. Parla inglese ed è abituato a muoversi all’estero.

TROVATI DOCUMENTI E CELLULARE. Si tinge di giallo la scomparsa di Alessandro Fiori. Alla televisione turca testimoni riferiscono di avere visto l’italiano all’hotel Sultanhamet e poi su un taxi che l’avrebbe portato in centro. Nella sua camera d’albergo sono state trovate le valigie e i vestiti. Il portafogli vuoto, i documenti e il telefono scarico sono stati rinvenuti in un cestino. Obitori e ospedali non l’hanno registrato. Le telecamere l’hanno ripreso mercoledì 14, di pomeriggio, in due locali. Non si conosce lo scopo del viaggio in Turchia del manager. Non si tratterebbe comunque di una fuga, dato che la famiglia ha confermato che il loro parente era solito volare in giornata per mete europee e del vicino Oriente. Le autorità italiane e turche, così come l’Europol, non hanno rivelato alcun dettaglio nè confermato le indiscrezioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi

Segui anche:


Articoli Correlati

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Video

Argentina

Maradona farfuglia in tv, intervista incomprensibile: il video è virale

Meteo Scotch Irlandese Trifoglio Maternit ja57TX

x

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

E i responsabili della diffusione della notizia infondata – commentata con sdegno da politici e associazioni di categoria – sono i giornali

Da un paio di giorni diversi giornali italiani parlano con preoccupazione e allarmismo di una presunta campagna dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l’agenzia dell’ONU che si occupa di salute, contro “parmigiano, prosciutto crudo, olio e altre eccellenze italiane”, per usare le loro parole. L’OMS, hanno riportato questi giornali, avrebbe paragonato questi prodotti all’alcol e al fumo, e starebbe pensando a tassazioni speciali e all’imposizione di etichette simili a quelle delle sigarette. Non c’è niente che sostenga questa teoria, e l’OMS ha smentito la notizia, che però nel frattempo era stata riportata dai principali giornali italiani con sensazionalismo e toni polemici, e commentata da ministri, politici e associazioni di categoria: che di fatto hanno protestato e annunciato barricate per una notizia che non sembra avere nessun tipo di fondamento.

La polemica è cominciata per via di un articolo del pubblicato in prima pagina martedì , intitolato: “Onu, agroalimentare sotto accusa. «Parmigiano e olio come il fumo»”. Nel pezzo non c’è nessuna indicazione sulla provenienza del virgolettato. L’articolo comincia dicendo che «il parmigiano reggiano,il Prosciutto di Parma, ma anche la pizza, il vino e l’olio d’oliva. Tutti rischiano di fare la fine delle sigarette: tassati, e con tanto di immagini raccapriccianti sulle confezioni per ricordare che “nuocciono gravemente alla salute”». Secondo l’articolo, queste possibilità sarebbero in discussione all’OMS in vista di un’assemblea dell’ONU – in programma a New York per il prossimo settembre – sulle malattie non trasmissibili.

Non è chiaro dove il abbia preso queste informazioni, visto che non cita fonti all’interno dell’OMS né fa riferimento ad atti ufficiali. In molti, approfondendo, hanno concluso che alla base dell’articolo ci fosse un documento chiamato , pubblicato online lo scorso giugno e contenente le raccomandazioni e le indicazioni di una commissione speciale in vista dell’assemblea di settembre. Il documento, però, non contiene nessun riferimento al Parmigiano reggiano, al prosciutto crudo o a qualsiasi altro prodotto agroalimentare italiano, né tantomeno vengono suggerite tasse o “immagini raccapriccianti”.

Ci sono un paio di passaggi che potrebbero essere quelli da cui è partita la polemica, ma dicono cose molto diverse da quelle riportate dai giornali italiani. A pagina 23 (), si consiglia in modo vago ai governi nazionali di collaborare coi produttori di «bevande non alcoliche e cibo» per quanto riguarda «l’etichettatura e la regolamentazione della commercializzazione» di quei prodotti. Il documento dice poi che i governi dovrebbero «limitare la commercializzazione di prodotti non salutari (quelli contenenti una quantità eccessiva di zuccheri, sale, grassi saturi e trans) ai bambini». In un ultimo punto, la commissione dell’OMS dice che «incentivi e disincentivi fiscali dovrebbero essere presi in considerazione per incentivare stili di vita salutari, promuovendo il consumo di prodotti sani e limitando la commercializzazione, la disponibilità e il consumo di prodotti non salutari». In una nota, poi, si parla vagamente della possibilità di migliorare le indicazioni sulle etichette per indicare la quantità di sale nei prodotti. Il documento non paragona nessun alimento al fumo né menziona mai i prodotti italiani (come qualsiasi altro tipo di prodotto specifico).

Nonostante questo, l’articolo del– che è ancora online e non è stato corretto né modificato – è stato ripreso senza alcuna verifica da molti altri giornali, a partire dal (“Onu contro il parmigiano: troppi grassi e sale”), che cita vagamente il documento dell’OMS e poi attribuisce le informazioni sui prodotti italiani al, riproponendo la teoria delle etichette speciali.

Lo stesso articolo, diversi paragrafi più in basso, riporta però la smentita diFrancesco Branca, direttore del dipartimento di nutrizione dell’OMS, all’ «Le notizie di bollini neri dell’OMS su tale o tale alimento non sono corrette», ha detto Branca, aggiungendo che «l ‘OMS non criminalizza determinati alimenti ma raccomanda politiche che promuovano un consumo parsimonioso degli alimenti che hanno alti contenuti di sodio, zuccheri o grassi saturi». Branca ha detto che tra le misure suggerite (suggerite) potrebbe (potrebbe) esserci «un’etichettatura dei prodotti in grado di fornire chiare informazioni sul loro contenuto», aggiungendo che «anche le politiche dei prezzi possono essere utili: in particolare, se prodotti non sani sono disponibili a prezzi bassi è più alta la probabilità che il loro consumo aumenti». Contattata dal , l’OMS ha confermato la versione di Branca. Non si raccomandano “etichette raccapriccianti” né tassazioni speciali; e in ogni caso non ci sarà nessuna imposizione. Nessuna guerra all’agroalimentare italiano, in pratica.

Molti altri giornali hanno riportato la notizia, in alcuni casi citando nel testo la smentita ma dando conto della presunta battaglia dell’OMS contro i prodotti italiani nel titolo: tra gli altri ci sono stati (“Lotta Onu a grassi e sale: “Nuociono gravemente alla salute”. Ma nessuna etichetta per il parmigiano”), (“Parmigiano e prosciutto, polemica per le etichette chieste dall’Onu. Retromarcia: no voto, è dichiarazione politica (per ora)”), Snoopypumpkinpw Mens Maglia Di Calcio GzOLLzJO8X
(“«Il parmigiano come il fumo» L’assurda crociata dell’Oms che penalizza il made in Italy”) e (“Guerra Onu a grassi e sale: «Parmigiano e prosciutto come il fumo, serve l’etichetta»”). Gli stessi articoli, in diversi casi, spiegano che anche nel caso in cui l’OMS volesse davvero “dichiarare guerra al Parmigiano”, potrebbe soltanto suggerire delle misure ai governi: non ha nessun potere di imporre tassazioni o etichettature speciali, insomma.

Su Twitter, il giornalista di La7 Luca Telese ha aggiunto un ulteriore dettaglio, secondo cui l’ONU vorrebbe «imporre una tassa del 20% su olio, grana, parmigiano e prosciutto». Il tweet è stato retwittato oltre 600 volte: Telese ha spiegato di avere usato come fonte il, dove però non si parla di questa tassa (o meglio: se ne parla come ipotesi avanzata in uno studio scientifico, e non come proposta dell’OMS).

L’articolo del è stato ripreso dal ministro dell’Interno Matteo Salvini sulla sua pagina Facebook, dove ha scritto: «All’Onu sono matti, giù le mani dai prodotti italiani». Anche il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio ha commentato allarmato la notizia, dicendo che «Se così fosse siamo alla pazzia pura. Ritengono che facciano bene alla salute prodotti come la Coca Cola o altri perché light e poi ci condannano il Parmigiano o altri prodotti dell’enogastronomia italiana. Su questo faremo una battaglia molto dura».

Altre proteste intorno alla notizia, già smentita, sono arrivate da Hip Hip Urr HxgQGo
, da vari senatori (tra gli altriGiancarlo Serafini di Forza Italia,vicepresidente della Commissione Agricoltura, eLucia Borgonzoni della Lega), dall’Associazione industriali delle carni e dei salumi, Cortile Allevatore Di Polli Manica Lunga Tshirt NPgXFvB
.

Aggiornamento : venerdì sera il ha pubblicato sul suo sito un nuovo Winchester Soprannaturali Felpa eUEv47NcvW
di spiegazioni su cosa avesse indotto alle conclusioni dell’articolo in questione. La sintesi più esauriente è questa.

Il nuovo articolo è stato commentato dal sito , che – come il e il – aveva contestato il fondamento della notizia.

Non è uno scherzo: l’Onu vuole imporre una tassa del 20% su olio, grana, parmigiano e prosciutto. Cibi salti e nocivi, – dicono – meglio la chimica. L’Onu vuole immagini di morte e malattia sui prodotti alimentari tipici, come sulle sigarette. Contro l’idiozia servono barricate.

La notizia ha subito fatto il giro del web. Matteo Renzi ha commentato indignato su twitter, anche se ha ingigantito l’entità delle lesioni alla campionessa:

LEGGI ANCHE Aggressione omofoba a San Salvario, identificati due giovani

LEGGI ANCHE Studente pestato a Torino perché gay, la rabbia di San Salvario: non siamo omofobi

Daisy Osakue studia e si allena negli Stati Uniti, all’università di San Angelo, in Texas, dove lo scorso 7 aprile ha raggiunto i 59,72 m: una misura con cui è diventata la quarta italiana di sempre, ha migliorato il record universitario americano e si è qualificata per la rassegna continentale. Dovrebbe gareggiare giovedì 9 agosto nelle qualifiche.

«È stata vittima di una aggressione che intendo definire nell’unico modo possibile, ovvero, imbecille e vigliacca - commenta il numero uno della Fidal Alfio Giomi, esprimendo la “piena solidarietà” di tutto il movimento -. Non so se si sia trattato di una aggressione razzista, saranno le autorità competenti a chiarire i contorni della vicenda, ma certamente si tratta di un fatto orribile. L’Atletica Italiana ha tra i suoi valori fondanti l’integrazione, e da sempre il nostro movimento opera affinché tutti coloro che la vivono si sentano sempre nel posto giusto. Daisy, a sua volta, è un punto fermo della nostra atletica, orgogliosamente azzurra fin dal suo debutto, e da sempre schierata a difesa dei diritti civili». Più volte negli scorsi mesi la giovane torinese si era espressa a favore dello ius soli.

LEGGI ANCHE Ehlers Danlos Nastro Felpa qc9t5

Daniele Solavaggione

cronaca

Appena uscita dalla visita in ospedale l’atleta dal canto suo ha detto: «Provo tanta rabbia. Ma andrò a Berlino. Due giorni senza allenamento, poi mercoledì mattina un altro controllo a Torino all’ Ospedale oftalmico e potrò ricominciare ad allenarmi giovedì». E aggiunge: «Credo che non cercassero me, ma più in generale una ragazza di colore. In quella zona ci sono molte prostitute di origine africana, probabilmente volevano colpire una di loro per fare una bravata».

I carabinieri sono al lavoro per identificare il conducente e gli occupanti del Fiat Doblò da cui sono partiti i lanci di uova. Escludono che l’azione possa essere in qualche modo riconducibile a discriminazione razziale. La stessa auto era già stata segnalata nei giorni scorsi, a Moncalieri, per aver lanciato le uova conto i passanti.

atletica
43 commenti
(modificato) 7 ore fa
Elamadonna
La notizia vera è la critica a Renzi sul giornale ke più lo ha sostenuto
1
(modificato) 21 ore fa
Sicurezza2000
Quella del razzismo è una stupidaggine, sono episodi di violenza terribili ma non generalizziamo. Allora le 33 azioni si violenza quotidiana (dati ufficiali) commessi da stranieri in Italia sono da considerarsi razzismo contro gli italiani ? Ma per favore..
3 risponde
3
(modificato) 20 ore fa
Se l’hanno fatto per il colore della sua pelle è razzismo e c’è poco da dire, ma molto da vergognarsi per quello che il nostro paese è diventato, grazie a chi semina odio. Inutile fare nomi
0
(modificato) 19 ore fa
Bonvi
Dati Ufficiali? Citi la fonte altrimenti non vuol dire niente e diventa credibile come Salviin che è criticato pure da Zaia. In ogni caso parlate pure di questi, ogni tanto,http://www.quotidianodelsud.it/calabria/cronache/inchieste/2018/05/22/crotone-blitz-polizia-contro-spaccio-droga-6-arresti-16 e di questihttps://www.corrieredellacalabria.it/cronaca/item/141037-droga-a-crotone-21-arresti-della-dda/ che sono, loro si, la vera piaga delinquenziale italiana.
0
(modificato) 18 ore fa
bonvi
Non credo che il motivo scatenante sia il razzismo, leggendo con attenzione l'articolo pare si tratti di lanciatori seriali di uova (serial eggs?) che giocano a fare scherzi di pessimo gusto. E' notte ed è capitato per caso che la poveretta si trovasse sul percorso dei babbei, per usare un eufemismo, ed il fatto che fosse nera ha dato un motivo in più per lanciare. L'idiozia, c'era solo Lombroso che la sapeva misurare.
1
(modificato) 22 ore fa
maselio
Sulla base di cosa si dica che non è razzismo non si sa... Una cosa però e sicura: era di colore. La predicazione del "capitano del nulla e del peggio" comincia a produrre effetti!
1 risposta
2
(modificato) 8 ore fa
voce fuori dal coro
Nei giorni precedenti le stesse persone hanno lanciato uova ad un pensionato ed altre 3 donne nessuna di colore.
0
(modificato) 22 ore fa
Vidok
Aspetterei gli investigatori prima di parlare di razzismo... mi sa che troppa gente ha fretta di sentenziare che gli italiani sono razzisti e che non appena sarà sostituito il Ministro dell'interno quello stesso popola razzista si redimerà ! Auguri a questa splendida ragazza di pronta guarigione.
1 risposta
1
(modificato) 19 ore fa
Guglielmo
Sono d'accordo per quanto concerne l'evitare conclusioni affrettate -- non tutto quello che fa notizia è poi una grande notizia. Però il ministro dell'interno attraverso il suo stile di comunicazione possibilmente contribuisce a stimolare animosità nei contronti di chi rientra nello strereotipo dell'immigrato africano. Giustamente nel Suo commento fa notare, che l'animosità non l'ha certo creata il ministro con la bacchetta magica. Il razzismo non si risolve certo cambiando il ministro. D'altra parte non si può ignorare l'abilità del ministro a creare risonanza tra i vari focolai di animosità razzista.
0
(modificato) 24 ore fa
Elamadonna
Notizia perché è una brava atleta. Poi per la pelle, infine per le serie conseguenze. Altri casi di lanci, deprecabili ma meno gravi. E quanti disabili picchiati e derisi in silenzio ? E i barboni bruciati. Ed i cani abbandonati ed uccisi. Siamo in. Mondo schifoso. Salvini contribuisce, ma non più di tanti altri seminatori di odio. Quando si comincia a far odiare chi ha idee diverse, non si sa dove si finisce.
3
(modificato) 24 ore fa
Elamadonna
Notizia da prima pagina perché si tratta di un' Atleta, in primis. Poi perché è di colore. Ed ancora per i danni subiti, mentre negli altri casi molto più lievi conseguenze. Piccolo involontario razzismo della ragazza "in fondo cercavano prostitute nigeriane" (del suo stesso paese, nde). Quelle poveretto, allora, possono essere un target ? Brutto pensiero.
1
(modificato) 24 ore fa
David
Checché il ministro della propaganda ne dica in italia il razzismo sta lievitando sempre più, adesso è ad un livello di guardia, ma visto come i leghisti parlano bisogna ipotizzare che tra un anno o due saremo un paese in maggioranza razzista
1
(modificato) 24 ore fa
Paolo Brescia
Paolo Brescia
0
(modificato) 1 giorno fa
Vittima del clima d’odio creato ad arte sappiamo bene da chi. Minestro degli interni se non sei capace di fare il tuo lavoro (te lo ricordo: far rispettare la legalità e l’ordine) fai una cosa giusta per una volta: dimettiti.
1
(modificato) 1 giorno fa
lucky
Credere che la tua razza sia migliore esiste da sempre non capisco sto casino sicuro qualcuno ci mangia io sono fiero di essere bianco
3 risponde
0
(modificato) 24 ore fa
Bonvi
Ma di che razza parla?Non glielo hanno spiegato a scuola come funziona la classificazione per generi? Se no, per cortesia e per se stesso, eviti di scrivere assurdità
1 risposta
0
(modificato) 19 ore fa
bonvi
Caro Bonvi, o sei un omonimo o mi hai clonato l'identità, in ogni modo posso dire che i tuoi post mi risultano incomprensibili? Chi mi conosce sa che io non scriverei mai col tuo stile.
Non posso commentare né in bene né in male perché, scusa, non ti capisco. Saluti
0
(modificato) 21 ore fa
Io un po' meno, soprattutto quando leggo gli episodi di razzismo dell'ultimo periodo... una delle mie più care amiche è nigeriana, sposata con un italiano, con una bambina di 10 anni, cosa deve temere, che se la sua bimba esce di casa possa essere aggredita in qualche modo, o di venire aggredita lei stessa? Sono bianca, ma non condivido e non mi identifico affatto con questo Paese razzista che ogni giorno di più discrimina le persone secondo l'origine, la provenienza, il colore della pelle, il modo di pensare... La bellezza dell'umanità è proprio dovuta al fatto che il Creatore non ci ha fatti tutti uguali, ma di colori, statura, corporatura diversi, altrimenti se fossimo tutti uguali sarebbe una noia pazzesca! E' dalla diversità che nasce la crescita mentale, per chi sa farne un valore invece che un difetto...
0
(modificato) 1 giorno fa
waltergianno
Ma nessuno ha letto la parte finale dell'articolo? "Escludono che l’azione possa essere in qualche modo riconducibile a discriminazione razziale. La stessa auto era già stata segnalata nei giorni scorsi, a Moncalieri, per aver lanciato le uova conto i passanti".
1 risposta
3
(modificato) 8 ore fa
voce fuori dal coro
Purtroppo in molti leggono solo i titoli e le pime tre righe. Poi carichi di sacro odio contro il nemico si srmano di tastiera e via.......
0
(modificato) 1 giorno fa
waltergianno
Ma nessuno ha letto la parte finale dell'articolo? " Escludono che l’azione possa essere in qualche modo riconducibile a discriminazione razziale. La stessa auto era già stata segnalata nei giorni scorsi, a Moncalieri, per aver lanciato le uova conto i passanti".
1
(modificato) 1 giorno fa
Bur06
Volevano colpire gente di colore! Chiunque fossero ! Oggi le persone di colore COMPRESI I CITTADINI ITALIANI DI COLORE HANNO PAURA!!!
1 risposta
1
(modificato) 8 ore fa
voce fuori dal coro
anche mia figlia, che non è di colore, ha paura a girare da sola in città. Ma lo scrivo in minuscolo, con tristezza e senza rabbia.
0
(modificato) 1 giorno fa
Bonvi
Si incomincia a notare un giornalismo che si sposta. Piano, piano ma si sposta. Non avevo mai letto, in passato, di un "politico" che "ingigantisce" un fatto accaduto (eppure quante volte Salvini e Di Maio ed ultimamente anche Toninelli lo hanno fatto)? Oggi leggo che Renzi ingigantirebbe (come a dire che si, tutto sommato, Salvini ha ragione. E' la sinistra che alimenta il razzismo). se anche chi deve fare cronaca (non esprimere giudizi ma fare cronaca) la racconta così allora bisogna essere seriamente preoccupati.
4 risponde
0
(modificato) 24 ore fa
Monica
Il termine "ingigantito" si riferisce all'espressione usata da Renzi "selvaggiamente picchiata", quando in realtà si trattava di lancio di uova. Episodio assolutamente deprecabile e condannabile ma che non equivale ad un pestaggio selvaggio. Il problema non è di chi scrive ma di chi legge e non capisce.
1 risposta
1
(modificato) 18 ore fa
Bonvi
Mia cara signora Monica è esattamente quello che ho scritto, Con la differenza che quando ad ingigantire sono gli "altri" e non Renzi, nessuno lo sottolinea e lei lo conferma. Pensi al maggiore Scafarto (lo conosce)? che, bontà sua,https://www.huffingtonpost.it/2018/07/23/gianpaolo-scafarto-su-consip-errori-non-voluti-chiedo-scusa-ai-renzi_a_23487424/ chiede scusa alla famiglia Renzi per il danno che gli ha procurato in relazione all'inchiesta CONSIP. Ricorderà le migliaia di articoli di accusa e di condanna (il Fatto continua imperterrito peraltro) ma la sfido a trovare altrettante pagine che riportano le dichiarazioni di scuse del maggiore. Quindi, confermo che chi legge non capisce ma lei non è diversa, anzi è peggio perché almeno io non ho offeso ma solo espresso un parere. Conservi la comprensione per le cose serie
0
(modificato) 23 ore fa
pavlik
Ma sai leggere? Renzi ha scritto “selvaggiamente picchiata”! L'articolista “anche se ha ingigantito l’entità delle lesioni alla campionessa”. Dove sta il problema?
1 risposta
0
(modificato) 18 ore fa
Bonvi
L'unico che non sa leggere è lei
0
(modificato) 1 giorno fa
Flavio76
Ma che paese siamo diventato?
3 risponde
4
(modificato) 1 giorno fa
Susanna
Siamo diventati il paese che ci hanno fatto diventare, purtroppo. Politica e formazione culturale lassiste, buoniste, vietato vietare soprattutto le cose stupide ... ci meritiamo questa ondata di becera xenofobia così possiamo vedere cosa siamo diventati. Ma si può ovviamente rimediare. Ma per favore non date la colpa a Salvini!
2 risponde
1
(modificato) 24 ore fa
Bonvi
La colpa la diamo a lei che lo ha votato non a Salvini che parla da sé
0
(modificato) 24 ore fa
Jonathan Livingstone
Ci piacerebbe però, molto, sentire da Salvini una dichiarazione che stigmatizzi atti di questo tipo e che sia di solidarietà con questa ragazza Italiana, che difende e gareggia per il nostro paese, anche se Non sembra... Thanks.
1
(modificato) 1 giorno fa
2018 siamo ancora fermi al colore della pelle..... siamo messi bene va....
2
(modificato) 1 giorno fa
2018 siamo ancora fermi al colore della pelle..... siamo messi bene va....
1
(modificato) 1 giorno fa
Qualche tempo fa lo stesso scherzo lo fecero anche ad un mio amico, bianco, al 100% italiano. Chissà perché in questi giorni la stampa italiana sta calcando la mano su notizie del genere... Qua gatta ci cova.
2 risponde
1
(modificato) 24 ore fa
Bonvi
Scommetto che sia il suo amico che lei avete denunciato l'accaduto ed avete pure indicato la targa della macchina dalla quale le uova sono partite. Vero???
0
(modificato) 24 ore fa
giakj60
gomblotto gomblotto!!!
0
(modificato) 1 giorno fa
Qualche tempo fa fecero questo scherzo anche a un mio amico, bianco e italiano al 100%. Chissà perché in questi giorni compaiono tante notizie di questo genere... Qua gatta ci cova.
1 risposta
2
(modificato) 1 giorno fa
Clara Brentano
e allora che cosa bisogna fare, dargli una medaglia? Dire che per fortuna la razza bianca fa sentire forte e chiara la sua esistenza e la sua superiorità?
0
(modificato) 1 giorno fa
Altair
E poi quale discriminazione? Salvini ha detto che non esiste e poi gli Italiani sono tutti brava gente e naturalmente li forze dell'ordine si adeguano al credo Salviniano
1
(modificato) 1 giorno fa
Madre_Natura
Vorrei semplicemente fare presente che, se non è dovuto a discriminazione razziale, questo episodio, se ha meritato la prima pagine e la foto su La Stampa, lo deve al tremendo clima di discriminazione razziale in cui ci stiamo trovando.
3
(modificato) 1 giorno fa
Nonnaga
al momento, i carabinieri, escludono che l’azione possa essere in qualche modo riconducibile a discriminazione razziale. Ehh ci mancherebbe altro! Come dici salvini.. sono montature della sinistra , le recenti numerose aggressioni a stranieri (soprattutto di colore) rientrano nella normalità della casistica criminale.. e/o edi maleducazione di certuni. Gombloddo...
2
(modificato) 1 giorno fa
cocco68
nooooo... non c'è razzismo, è solo una recrudescenza del carnevale... giocavano, ma guarda caso hanno colpito ben bene solo lei....
2
Login
Login
O
Ospite
( Logout )
Annulla
Pubblica
Condividi:
da Taboola da Taboola
Custom Infinity Mr Infinit rteJKjM6wc
Contenuti Sponsorizzati
Contenuti Sponsorizzati Contenuti Sponsorizzati
Annulla
Annulla
Annulla
Annulla
Annulla
Annulla
Annulla
Annulla
Annulla
Annulla
Annulla
Annulla
il caso

rino giacalone

Per la tua pubblicità
Canali
Altri siti
Apps Social

© Copyright 2010-2018 - PadovaOggi supplemento al plurisettimanale telematico VeneziaToday reg. tribunale di Roma n. 41/2014 P.iva 10786801000